Saluto della Dirigente, in occasione dell’inizio anno scolastico 2017-2018

14 settembre 2017
Cari ragazzi, oggi, 15 settembre, inizia il vostro nuovo, importante impegno in questo Istituto. Desidero accogliervi con le parole di un ragazzo dello scorso anno, pensando che appartengano a molti di voi:

"Il mio primo giorno di scuola alle superiori: ho fatto il salto, sto diventando grande. Devo confessare che l'ansia e la preoccupazione mi hanno disturbato il sonno. Questa mattina ho fatto una colazione leggera, perché mi sembrava di avere lo stomaco chiuso e sono arrivato nel cortile della scuola prima del suono della campanella in uno stato d'animo che oscillava tra l'angoscia e l'euforia.

Dovevo orientarmi, capire, individuare la mia aula, familiarizzare con nuovi regolamenti e nuove abitudini. A parte un paio di vecchi compagni delle medie, sono in classe con tutti ragazzi sconosciuti. All'inizio mi sono sentito un po' spaesato: gli altri ragazzi sembrano tutti così più intelligenti e maturi di me! Ho già paura di rimanere indietro. Con qualcuno ho già stretto una abbozzata forma di amicizia, che spero si possa sviluppare nel prossimo futuro, ma la condizione è ancora fluida: i gruppi non si sono ancora formati, stiamo tastando il terreno, ci stiamo studiando. Penso che sarebbe bello se affrontassimo questo nuovo anno scolastico collaborando tutti insieme a superare le difficoltà, in maniera solidale e rispettosa. Malgrado le mie preoccupazioni, spero di farcela.

Io, come al solito, più che sull'intelligenza punto sulla tenacia e sull'impegno. Diciamo che il mio è un atteggiamento sportivo: la scuola è il mio campionato e so che se voglio essere promosso devo impegnarmi al massimo. I nuovi professori, alcuni con un'aria davvero autorevole, un po' mi intimoriscono. Mi sembrano diversi dagli insegnanti delle medie: mi hanno detto che sono più esigenti, ma questo l'avevo messo in conto. Passati i primi giorni, però, so già che mi ambienterò. La scuola l'ho scelta io e le materie mi piacciono. So che adesso si fa sul serio e si inizia a costruire il proprio futuro.

Non sono ammesse poltronaggini, apatie o negligenze. Non sono più un bambino, mi sto preparando ad entrare nel mondo degli adulti." (Luca N:)

Ben arrivati quindi: un grande in bocca al lupo a tutti voi, ai vostri insegnanti e, permettetemi, un grandissimo ringraziamento a tutto il personale della scuola che in questa laboriosa estate appena trascorsa ha lavorato senza tregua per farvi trovare ambienti nuovi e accoglienti.

Bun anno !! La Dirigente scolastica

In allegato Saluto di Stefano Versari, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, in occasione dell’inizio anno scolastico 2017-2018

Scarica i documenti

Saluto_DG_inizio_anno_2017-18.pdf