Ora di geografia in seconda del Tecnico

Solo per i genitori e studenti della seconda ITI

05 ottobre 2018

A fronte delle richieste di chiarimento pervenute si precisa quanto segue: l'attribuzione di un'ora di geografia in seconda è stata frutto di una delibera del collegio docenti, che ha ritenuto più adeguato, dal

punto di vista del rendimento didattico, spostare in seconda l'ora di geografia del biennio.

Ci si è avvalsi quindi della possibilità prevista nel decreto Carrozza del 2014 che si allega alla presente, di collocare detto insegnamento in seconda, valutando che la qualità di detto insegnamento avrebbe avuto migliori garanzie.

Le ore previste sono state assegnate dall'Ufficio Scolastico Territoriale in organico già dall'anno in corso, e attribuite ad una docente, creando quindi un sovrapporsi tra l'ora già fatta in prima e

l'ora che è stata assegnata alla seconda. Ovviamente questo ha creato un esubero dal punto di vista dell'orario, perciò è stata richiesta autorizzazione all'Ufficio scolastico provinciale di poter attivare la

modifica solo dal prossimo anno scolastico, e di poter operare il relativo storno dell'ora assegnata dall'anno in corso.

L'autorizzazione è stata concessa in data odierna, pertanto già a partire da lunedì 8 ottobre l'orario delle classi seconde viene ripristinato, eliminando quindi l'ora di geografia.

Colgo l'occasione per specificare che per adeguare la situazione è stato necessario seguire determinate procedure, che hanno richiesto di dover utilizzare il docente in classe per le prime tre settimane di scuola, creando un "disguido" e un "affaticamento" degli studenti abbastanza contenibile.

Le decine di mail ricevute sicuramente dimostrano l'interesse delle famiglie per il percorso scolastico dei figli; la comunicazione ricevuta dai rappresentanti di classe tuttora in carica era tuttavia di per se

stessa ampiamente sufficiente a testimoniare tale interessamento, dal momento era già stata preceduta dalle azioni amministrative che la scuola ha compiuto per la soluzione del problema con gli Uffici

competenti.

Si chiede pertanto di non effettuare riscontri di ricezione alla presente per evitare un nuovo affollamento nella posta elettronica dell'Istituto

La dirigente