Leonardo Morotti oro nazionale alle Olimpiadi delle Scienze naturali

Morotti, che frequenta la 2CLS del Liceo scientifico delle Scienze applicate, si è piazzato al primo posto nazionale alle Olimpiadi delle Scienze naturali, conquistando il pass per le Olimpiadi internazionali delle Scienze della Terra che si svolgeranno in Corea a fine agosto

04 luglio 2019

Le competizioni nazionali svoltesi a Pavia hanno decretato i migliori studenti italiani nelle Scienze Naturali ed ancora una volta uno studente del Liceo scientifico Alberghetti di Imola ha primeggiato.

Leonardo Morotti ha conquistato il diritto a disputare la prova nazionale dopo essersi piazzato al primo posto alla gara regionale, dove ha affrontato una prova teorica con quesiti di Scienze della Terra e Scienze della vita.

Alla gara nazionale, organizzata dall’ANISN –Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali – quest’anno nella prestigiosa sede dell’Almo Collegio Borromeo dell’Università di Pavia, sono giunti come sempre i migliori studenti di tutte le regioni a rappresentare diverse centinaia di licei italiani, che approntano ogni anno le prove d’istituto per individuare gli studenti più preparati da far partecipare alle fasi successive.

Per designare i vincitori nazionali, coloro che hanno ottenuto i migliori risultati nelle prove teoriche hanno affrontato una prova pratica al termine della quale Leonardo Morotti, studente della classe 2CLS del Liceo scientifico “Alberghetti” di Imola è stato premiato con la medaglia d’oro, ovvero il migliore studente d’Italia nelle Olimpiadi delle Scienza naturali riservate al biennio.

“Ho sempre avuto una grande passione per le materie scientifiche e quando mi si è presentata a scuola l'occasione di partecipare alle Olimpiadi delle Scienze ho deciso di provare” racconta Leonardo. “Le domande della prova scritta nazionale erano piuttosto difficili e al momento dell'annuncio dei primi dieci classificati, che avrebbero potuto accedere alla prova pratica, ero abbastanza agitato, ma non appena sono stato chiamato mi sono sentito molto sollevato. La prova pratica l’abbiamo sostenuta all'Università di Geologia dove erano stati preparati diversi materiali, che comprendevano interpretazione di mappe e riconoscimento di rocce, cose già viste a scuola e ciò mi ha sicuramente aiutato”

“Alla premiazione la proclamazione dei vincitori viene fatta a ritroso dal decimo al primo posto e mano a mano che l'annunciatore risaliva la classifica senza chiamarmi mi sentivo sempre più speranzoso. Quando poi è arrivato al secondo classificato senza aver fatto il mio nome e mi ha poi chiamato per il primo posto, non potevo crederci. Ero emozionatissimo, non riuscivo a convincermi di essere medaglia d'oro nazionale nella mia categoria.”

Grazie a questo prestigiosissimo risultato Leonardo farà parte della squadra nazionale italiana e rappresenterà l’Italia alle prossime Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra IESO (International Earth Science Olympiad) che si svolgeranno in Corea del Sud a fine agosto insieme ad altri tre studenti provenienti da licei scientifici di Puglia, Sicilia e Friuli Venezia Giulia.

“Sono molto felice di rappresentare l’Italia in Corea e cercherò di impegnarmi al massimo, avendo la possibilità di incontrare e confrontarmi con miei coetanei provenienti da molti paesi nel mondo, che condividono i miei stessi interessi”

Anche Andrea Severi e Michele Biavati, studenti di 3CLS, primo e secondo classificati della nostra regione nelle Scienze della Terra, pur essendosi confrontati alla competizione nazionale con ragazzi di uno o due anni più grandi di loro, si sono molto ben comportati giungendo rispettivamente 22° e 19° nella graduatoria nazionale.

In un ideale passaggio di testimone, Gabriele Bentivoglio, secondo in Italia nel 2016 e vincitore della medaglia di bronzo alle IESO in Giappone e Mattia Biavati, che solo un anno fa dopo il terzo posto nazionale ha vinto la medaglia d’argento alle olimpiadi internazionali della Biologia, per citare i successi più recenti degli studenti del Liceo scientifico “Alberghetti”, fanno un grande “in bocca al lupo” a Leonardo in vista della sua prossima sfida mondiale insieme alla Dirigente scolastica, Vanna Maria Monducci, ai docenti e compagni.